Tre giorni a Roma con bambini: la città eterna da scoprire in famiglia

Scopri come trascorrere tre giorni a Roma con i bambini.  

Avere a disposizione solo tre giorni a Roma e poterne godere le bellezze sembra un’impresa impossibile perché Roma è una città ricca di storia, ogni strada ha qualcosa da raccontare.

Ecco perché se decididi visitarla sarebbe bene avere a disposizione almeno una settimana ma, se il tempo manca, ci si può far bastare anche un week-end lungo nel quale vedere i siti più famosi. 

Qui di seguito ti suggeriamo i siti principali da visitare in tre giorni per scoprire i segreti e le bellezze della Città Eterna.

Primo giorno

Per iniziare, ti consigliamo un percorso classico ma di sicuro successo dedicato al fascino dell’antica Roma.

Indossiamo scarpe comode e partiamo alla scoperta del Colosseo a misura di bambino, con le sue storie di gladiatori, corse di bighe e battaglie navali. Per visitarlo è necessaria circa un’ora, e dopo si può fare una passeggiata su via dei Fori Imperiali, che ti condurrà  a Piazza Venezia.

Qui ammirerete l’Altare della Patria, anche conosciuto dai turisti come “La torta nuziale” o “La macchina da scrivere”.

Scopri anche la Visita guidata al colosseo per bambini con realtà virtuale.

Iniziate poi il percorso nella Roma Barocca! Salite e godetevi la vista panoramica su Piazza Venezia e, se siete abbastanza coraggiosi potrete prendere l’ascensore che vi porterà al fianco delle quadrighe di bronzo poste sul punto più alto del Vittoriano! Provate a contare tutte quelle cupole!

La passeggiata può proseguire su Via del Corso, la strada dello shopping romano fino a Piazza di Spagna, con la scalinata di Trinità dei Monti e la Barcaccia del Bernini.

Un breve stop a Fontana di Trevi non può mancare, qui seguite la leggenda e gettate una monetina nella fontana. Basta un centesimo e ci si assicura il ritorno a Roma!

Concludete la passeggiata a Piazza del Popolo, dove si possono ammirare le due chiese gemelle e i vostri bambini potranno godere di un ampio spazio dove giocare e rincorrere i piccioni.

Secondo giorno

Sapete che a Roma esiste lo Stato più piccolo del mondo? Se volete visitarlo, vi basterà recarvi al Vaticano! 

Potrete farvi abbracciare dal colonnato di Piazza San Pietro, entrare a vedere la Basilica di San Pietro e sentirvi piccoli piccoli nella chiesa più grande del mondo!

Ma se volete rimanere proprio a bocca aperta vi consigliamo di visitare i Musei Vaticani con i bambini e mettervi con il naso all’insù nella Cappella Sistina per ammirare gli affreschi di Michelangelo! Ma come avrà fatto a dipingere sul soffitto?

Se avete ancora tempo e fiato, potrete attraversare Via della Conciliazione, passare davanti a Castel Sant’Angelo e attraversare Ponte Sant’Angelo. Passeggiate fino alla meravigliosa Piazza Navona ed ammirate la Fontana dei Fiumi, opera di Gian Lorenzo Bernini. Tra i numerosi edifici che circondano la piazza c’è la chiesa di Sant’Agnese in Agone, costruita su progetto del Borromini, acerrimo rivale del Bernini.

Percorsa tutta la Piazza, arriverete a Campo dei Fiori, dove la mattina potete passeggiare per il mercato della frutta e della verdura e gustare Pizza e Mortadella negli ottimi e affollatissimi fornai intorno alla piazza. 

 

Terzo giorno

A Roma è possibile anche trascorrere una giornata in uno dei parchi pubblici più grandi della città: Villa Borghese. Qui vicino si trova il Bioparco, moderno giardino zoologico della capitale. Nel cuore di Villa Borghese, che si può visitare anche in bici o in risciò senza pericoli, c’è la Casina di Raffaello dove i bambini potranno partecipare ad una delle tante attività organizzate dalla ludoteca.

Un altro importante parco di Roma è Villa Torlonia. Qui potrete scoprire la storia dei principi Torlonia e ammirare con i vostri bambini le bellissime e colorate vetrate della Casina delle Civette.

Nella Villa c’è Technotown, uno spazio dedicato alle nuove tecnologie, che ospita al suo interno il Planetario, una cupola che riproduce la volta celeste in cui piccoli astronomi e adulti esploratori potranno lanciarsi nelle profondità del cosmo.

Se riuscite ad avere tempo non perdete l’occasione di visitare i bellissimi Musei Capitolini!

 

Leggi anche: 10 cose da vedere a Roma in famiglia

 

Insomma, anche se non basta una vita per conoscere Roma, come sostiene lo studioso Silvio Negro, … è sempre meglio iniziare!

 

Comments

Lascia un commento