Musei e mostre con bambini e passeggini: assolutamente sì!

Abbiamo fatto una domanda su twitter, facebook e alle mamme che ci seguono. Abbiamo chiesto QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE UN MUSEO O UN LUOGO DI CULTURA PER ESSERE DEFINITO FAMILY FRIENDLY?

Ci sono arrivate risposte bellissime: fantasiose, intelligenti, e soprattutto pratiche. Perché, e questo non ci stancheremo mai ripeterlo, vivere queste esperienze insieme ai nostri figli, è una combinazione di creatività, passione ed organizzazione.

Ovvero: posso desiderare moltissimo visitare  un museo, una mostra d’arte, o fare un giro in una dimora o in un parco storico, ma se non è attrezzato per ricevere un pubblico con bambini molto piccoli, come mi posso organizzare? In parte è necessario spirito di adattamento da parte di noi genitori, ma allo stesso sono necessarie alcune agevolazioni nel luogo che andiamo a visitare.

Tra queste esigenze le più importanti sono: servizi igienici adeguati, fasciatoi nei bagni, possibilità di sedersi per riposare o dar da mangiare ai bambini, assenza di barriere architettoniche per percorrere la struttura con il passeggino, oppure percorsi o modalità alternative (per esempio la possibilità di portare il bambino in marsupio o in fascia). Questo chiaramente perchè la fascia di bambini 0-3 anni è quella con più esigenze pratiche da assecondare, esigenze che crescendo si trasformano in necessità di trovare strutture con programmi creativi ed educativi di didattica dell’arte

Questo è lo spirito con cui sono state create le nostre visite guidate Mamma Cult, come raccontiamo anche nella nostra home page nei 4 buoni motivi per partecipare

Perché è importante frequentare musei, biblioteche, luoghi d’arte e cultura insieme ai nostri figli, fin da piccolissimi? Per abituarli a crescere in mezzo alla cultura.

Perché coltivando le proprie passioni le si trasmettono a loro, e perché tutta la famiglia “cresce” davvero frequentando le meraviglie storiche e artistiche delle nostra città e della nostra Italia.

Quelli che sono i piccoli visitatori di un museo oggi, saranno adulti rispettosi della cultura domani, nonché la memoria storica più creativa e potente a cui si possa aspirare.

Inoltre si stimola la curiosità, l’apprendimento, e ovviamente ci si abitua, in senso positivo, a compiere certi gesti. Entrare in un museo, documentarsi sulla storia e la cultura di una città o di un Paese, diventerà così un’abitudine e una porta aperta su moltissime possibilità nel futuro. Questa è solo una breve riflessione, le motivazioni sono tantissime, ed è bello anche pensare che ogni famiglia possa trovare le proprie.

Prestissimo online un post scritto grazie a tutti i genitori, ai musei, alle organizzazioni che ci hanno dato il loro contributo: abbiamo scelto alcune tra le idee più originali e significative, e ve le racconteremo qui sul blog di Mamma Cult, per scoprire insieme quali sono le caratterische che un museo deve – o dovrebbe avere – per essere davvero accogliente per una famiglia anche con bambini neonati.

Intanto grazie a tutti, continuate a scriverci su twitter e a mandarci le vostre idee attraverso la pagina facebook di Mamma Cult, rispondendo alla domanda QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE UN MUSEO O UN LUOGO DI CULTURA PER ESSERE DEFINITO FAMILY FRIENDLY?

foto by Mamma Cult, scattata presso il Museo Internazionale della Musica di Bologna 

Commenti

Lascia un commento