Musei dell’Europa e del mondo con bambini: quattro mamme expat raccontano la cultura #familyfriendly

Musei accessibili a tutti. Musei family friendly. Musei dove i bambini e le famiglie si sentano a proprio agio, perchè trovano quello che cercano. E cosa cercano? Ne abbiamo già parlato qui, un pò di tempo fa, in un post in cui abbiamo raccolto sui social idee, pareri e voci di chi è abituato a frequentare musei e luoghi di cultura con i propri figli in Italia. 

E fuori dall’Italia, cosa si dice? Qual è il rapporto delle famiglie con i musei, e dei musei con le famiglie? Abbiamo chiesto il parere di tre mamme della community dei genitori viaggianti di Bimbi e Viaggitre mamme expat Michela, Enrica e Giorgia, che vivono rispettivamente … ad Amsterdam, Londra e niente di meno che alle Bahamas! E da Cristina abbiamo poi un altro contributo, dove ci racconterà niente di meno che della sua esperienza quando viveva in Bolivia

Insieme a Milly Marchioni abbiamo fatto a loro alcune domande che ci faranno scoprire come famiglie italiane che vivono all’estero vivono il rapporto con le strutture artistiche e museali, e soprattutto, come la cultura è percepita. Inoltre, ci danno idee, suggerimenti e racconti su cosa fare in famiglia e con bambini nelle loro città …. che potrebbero essere un’ottima idea per le prossime mete di viaggio, no?

 

MUSEI IN EUROPA: PRIMA FERMATA, OLANDA!

MUSEI PER FAMIGLIE E BAMBINI AD AMSTERDAM

mamma-cult-amsterdam-con-bambini-musei-bimbi-e-viaggi

Michela, mamma di un bimbo di 3 anni, vive ad Amsterdam da un anno. Trovate i suoi racconti di viaggio e di vita da expat sul suo blog Una Valigia per Tre.

Michela, visiti musei e luoghi di cultura con tuo figlio?

Certo, soprattutto nelle giornate di pioggia o in inverno… Il museo e’ sempre un bel luogo dove rifugiarsi quando piove o fa freddo. Una delle prime cose che abbiamo fatto una volta arrivati ad Amsterdam e’ stato acquistare la Museumkaart, un pass annuale che con una cifra davvero ridotta (55 euro a persona, bambini gratis) ti permette di entrare gratuitamente nella maggior parte dei musei non solo della citta’ ma dell’intera Olanda.

I musei di Amsterdam possono definirsi baby-friendly?  

Decisamente baby friendly, sia per i percorsi che per i servizi. La maggioranza dei musei ha percorsi ad hoc per i piccoli o addirittura i piccolissimi, che possono seguire la visita dei genitori ma a misura di bimbo. Vi faccio alcuni esempi solo per chiarire il concetto. Al museo Van Gogh e’ possibile noleggiare un tablet su cui sono caricati contenuti a misura di mini-visitatore. Allo Stedelijk Museum (museo di arte moderna) c’e’ una saletta dove i bimbi possono colorare e disegnare, cimentandosi con la loro personalissima arte. Al Tropen Museum (museo antropologico) in ogni sala c’e’ una teca (ad altezza bambino) dentro la quale si trovano giochi o strumenti utilizzati dai bambini che vivono dalla parte opposta del mondo… oltre che ad una incredibile area gioco (quest’anno a tematizzazione Mexico) dove possono travestirsi con i costumi tipici oppure fare musica e cosi’ via. E poi c’e’ un museo che nasce proprio per i piu’ giovani (anche se pure i genitori ci si divertono molto): e’ il NEMO, il museo della scienza, tassativamente per under 18. Ovviamente, in ogni museo si trovano poi fasciatoi e caffetterie/ristoranti con seggiolini e menu per i piccoli gourment, oltre che shop con tanti “giochi intelligenti” per portare a casa per ricordo della giornata

Scendiamo nei dettagli, anche per capire che tipo di approccio alla cultura trovi in Olanda e nella tua città, Amsterdam. C’è una maggiore o un minore attenzione alle famiglie quando si parla di cultura, musei, agevolazioni rispetto all’Italia?

Considerando che vivo in uno stato recentemente giovane e che non può vantare un grosso patrimonio artistico (ad eccezione di Van Gogh, Rembrandt e Vermeer), direi che la sensibilità nei confronti della cultura è decisamente elevata. La maggior parte della popolazione ha la Museumkaart di cui ho parlato prima, i musei sono un luogo dove molti bambini organizzano la propria festa di compleanno, le attività culturali per i bimbi sono tante e variegate, con una forte segmentazione per fasce di età (perche’ i bambini sono bambini, ma mica si puo’ offrire ad uno di 3 anni la stessa attivita’ pensata per uno di 8). L’ Olanda è un paese per famiglie, quindi tutto è pensato in funzione di chi vive o viaggia con figli.

Amsterdam ci sembra un’ottima meta per un viaggio in famiglia immersi in arte e cultura … dai, raccontaci tre luoghi imperdibili della tua città da visitare con i bambini, per stimolare curiosità e creatività durante il viaggio!

Solo 3?! Allora, se parliamo di musei, sicuramente il NEMO. Se parliamo di attività educative all’aperto, la fattoria didattica all’Amsterdamse Bos. Se parliamo di avvicinamento al teatro, il Marionetten Theatre.

MUSEI IN EUROPA: SECONDA FERMATA, INGHILTERRA!

MUSEI PER FAMIGLIE E BAMBINI A LONDRA 

unnamed

Enrica è mamma di Martina, che adesso ha 4 anni, e vive a Londra dal 2006, con una “pausa” in cui ha vissuto a Roma, tra il 2009 e il 2011, anno in cui si è trasferita nuovamente vicino a Londra, ad Harrow, insieme alla sua famiglia.  

Enrica, Londra è famosa per essere molto accogliente dal punto di vista culturale, con un’attenzione particolare verso le famiglie e i bambini. Ce lo confermi? Tu visiti musei e luoghi di cultura con la tua bambina? 

Certo, e sono decisamente family e baby-friendly. Offrono facilities come fasciatoi, bar e ristoranti con kids menu, e spesso organizzano corsi e giornate a tema per i bambini. I musei più famosi come il British Museum o Il Natural History Museum organizzano anche pernottamenti al museo con tante attività correlate. E poi sono totalmente gratuiti!

Raccontaci un pò come percepisci il rapporto con la cultura: da parte dei londinesi (e dei turisti che viaggiano in famiglia) verso i musei, e da parte dei musei e delle istituzioni culturali verso i cittadini.

Decisamente Londra è una delle capitali piu’ cultural friendly che conosca. Rispetto all’Italia non c’è proprio paragone: qui il numero di bambini per donna sfiora le tre unità e … non solo si vede, ma girando si capisce anche il perchè. I bambini sono ovunque (tranne nei ristoranti dopo le 7 di sera) e le famiglie con bambini partecipano a tantissime attività fuori casa.

Questo sicuramente permette di vivere una “dimensione famiglia” e un approccio naturale con i luoghi, anche culturali, in cui si è immersi. Quali sono secondo te i tre luoghi da non perdere se si visita Londra con un bambino?

I tre classici: Natural History Museum, British Museum e Science Museum (posso aggiungerne un quarto? Il Victoria e Albert Museum, in assoluto il nostro preferito. Da visitare per credere!)

Sicuramente di differenze rispetto alle nostre città italiane ce ne sono, ma non solo nell’offerta che gli istituti culturali e i musei riservano, ma anche nella mentalità, in una sorta di blocco e pregiudizio che noi genitori italiani rischiamo di avere nel visitare un museo, o scoprire con vero interesse anche solo il centro storico della nostra città insieme ai nostri figli. Ed è quindi proprio dai noi stessi che dobbiamo partire, dal nostro voler essere intrepidi, appassionati e curiosi “ricercatori culturali”. 

MUSEI DAL MONDO

LA CULTURA PER BAMBINI E FAMIGLIE … ALLE BAHAMAS e in BOLIVIA!

 

mamma-cult-bahamas-con-bambini-musei-bimbi-e-viaggi

 

Giorgia vive alle Bahamas. Sì, avete capito bene: ha due bimbi di 10 e 7 anni, e a gennaio 2015 saranno 12 anni che vive ad Harbour Island, nel meraviglioso arcipelago dell’Oceano Atlantico, e nel blog Coccobbello racconta la sua vita, i suoi progetti e dà consigli utili per viaggiare in zona. 

Giorgia, tu e la tua famiglia visitate musei e luoghi di cultura (oltre che a vivere immersi – letteralmente – in una splendida “cultura del mare”?) 

Quando è possibile, la nostra isola è piccola non esistono musei veri e proprio ma quando andiamo nella capitale, Nassau, o su altre isole andiamo a scoprire cosa hanno da offrirci.
E cosa avete scoperto? Ci sono musei family-baby friendly? Uno dei nostri musei preferiti è quello dei Pirati di Nassau, disegnato apposta per i bambini ed è divertentissimo, c’è persino la rivisitazione interattiva di battaglie dei pirati! Ce ne sono poi altri, più “vecchio stampo”. 

E il rapporto con la cultura, come lo vivi e come viene percepito?

Il rapporto lo definirei “conflittuale” poco viene raccontato e pochi sono i locali che vanno a visitare i musei … ma poi c’è il Junkanoo Festival, che invece viene “respirato da tutti”!! Racchiude la quinta essenza della Bahamas. Musica tribale costumi costruiti incartapesta, un villaggio che percorre le vie del paese ballando e suonando..anche chi non è nato qui ne sarà profondamente attratto. 

E ora, tre consigli di luoghi imperdibili nella tua città per chi ha in programma un viaggio alle Bahamas con famiglia e bambini!  

Non proprio della mia, vi dico i tre imperdibili di Nassau: il Museo dei pirati, il museo del Junkanoo il nuovo Museo Subacqueo. 

Cristina ha vissuto in Bolivia con la sua famiglia, e ci racconta invece qualcosa di un pò diverso … ” per quello che riguarda La Paz, siamo stati in un paio di musei nel 2011, e non erano nè family nè baby friendly. Offrivano molto poco e non esistevano agevolazioni per bambini o famiglie. Nell’ultimo anno però il Municipio ha iniziato ad organizzare alcune iniziative, tra cui La Notte dei Musei, e alcune gallerie d’arte hanno organizzato piccole attività per i bambini. Ora sono tornata in Italia, e ci rimarrò: quindi riprenderò visite e attività in famiglia qui!”

Grazie a Michela, Enrica, Giorgia e Cristina, che con i loro racconti ci portano in giro tra capitali europei, oceani e continenti, facendoci un pò sognare di prendere e partire, ma allo stesso tempo, di riflettere sul fatto che qui in Italia, a noi, non manca niente, se non un rapporto naturale con la cultura a cui siamo forse così tanto abitutati da non vederla più come eccezionale, oppure, semplicemente, dobbiamo imparare ad organizzarci (perchè di questo si tratta, di organizzazione!) per scoprirla INSIEME ai nostri bambini. 

Vi invitiamo a viaggiare anche con noi, tra le prossime visite guidate per famiglie e bambini by Mamma Cult, nei i nostri racconti (una lettera d’amore a Roma e la ricerca del luogo preferito a Bologna), nella storia di quando Palazzo dei Diamanti a Ferrara è stato invaso dai passeggini, in tour tra Genova, Ancona e Venezia, e molto altro. 

 

E soprattuto, aspettiamo i VOSTRI RACCONTI!

Volete raccontarci qualcosa sui musei e i luoghi di cultura della città in cui abitate, che sia in Italia, in Europa, o da qualsiasi parte nel mondo?

Scriveteci a press@mammacult.it, saremo felici di pubblicare la vostra storia!

 

Testi e interviste di Silvia Bernardi e Milena Marchioni 

 

Fotografie:

la fotografia di Amsterdam è scattata da Michela, e pubblicata su www.bimbieviaggi.it 

la fotografia del Millennium Bridge a Londra è scattata da Silvia di Mamma Cult Bologna

la fotografia delle Bahamas è scattata da Milly Marchioni, e pubblicata su www.bimbieviaggi.it 

l’immagine di copertina è stata scattata in occasione di una visita guidata Mamma Cult 

per tutte le info su viaggi, alloggi, curiosità, notizie tecniche sulle città raccontate dalle mamme expat e altre idee di viaggio, non possiamo che consigliarvi di cercare su Bimbi e Viaggi le vostre mete preferite! 

 

 

Commenti

Lascia un commento