I Musei Capitolini: Cosa vedere con i bambini
musei capitolini cosa vedere

Ti trovi a Roma con la tua famiglia e non sai da dove iniziare il tour della città? Mammacult ti consiglia i Musei Capitolini e cosa vedere con i bambini

Per capire meglio i Musei Capitolini e cosa vedere, facciamo prima una breve panoramica.

Situati in Piazza del Campidoglio, rappresentano la più importante struttura museale comunale di Roma e vengono considerati il più antico museo pubblico al mondo.

La nascita dei Capitolini risale al 1471, quando il Papa Sisto VI decise di donare al popolo di Roma un gruppo di quattro sculture di bronzo, ancora presenti nella collezione, tra le quali troviamo oltre la famosa Lupa Capitolina, lo Spinario, il Camillo e la colossale Testa di Costantino.

A questo primo gruppo di opere, se ne aggiunsero molte altre portate dai vari papi susseguitisi nel tempo. Nel 1734, per volere del Papa Clemente XII, divennero accessibili anche al pubblico. Il suo successore, Papa Benedetto XIV inaugurò poi la Pinacoteca Capitolina nella quale sono conservati straordinari dipinti di Caravaggio, Tiziano e tanti altri.

Mettiamo ora da parte la storia e vediamo le opere più importanti racchiuse nei due edifici sede dei capitolini:

  • Palazzo dei Conservatori e Palazzo Nuovo

L’opera più famosa offerta dai Musei Capitolini è la statua equestre di Marco Aurelio che domina Piazza del Campidoglio. Quella che si trova nella piazza è però una copia, la statua originale è stata sottoposta a diversi lavori di restauro ed è oggi conservata nel Giardino Romano, alle spalle di Palazzo dei Conservatori.

Proprio il cortile di Palazzo dei Conservatori è una delle attrazioni principali del museo. Al suo interno infatti potrete ammirare i resti della statua colossale di Costantino, ovvero testa, mano, braccio e piede.

Entrando nelle sale al piano superiore di questo edificio avrete modo di scoprire la storia dell’antica Roma, attraverso gli affreschi conservati nelle varie sale di cui si compone la struttura come il Combattimento tra gli Orazi e i Curiazi, il Ratto delle Sabine o l’Annibale che varca le Alpi.

Ovviamente non perdete neanche la statua della Lupa, custodita all’interno dell’omonima sala. Di fronte a Palazzo dei Conservatori troviamo Palazzo Nuovo, costruito nel XVII secolo.

L’atrio dell’edificio contiene un porticato con sculture di grandi dimensioni. Proseguendo raggiungerete il cortile, dove potrete ammirare prima la fontana con l’imponente statua del Morforio e poi la colossale statua del dio della guerra Marte.

Anche il piano superiore di Palazzo Nuovo è diviso in sale. Tra le più importanti vi segnaliamo la Sala degli Imperatori, una delle sale più antiche del museo, che contiene i ritratti scultorei degli imperatori romani e la Sala dei Filosofi che contiene i ritratti di poeti, filosofi e retori dell’antichità, come Omero, Socrate e Pitagora.

Questa è solo una piccola guida su cosa vedere ai Musei Capitolini con i bambini! Ma tenetela da conto perché potrà esservi utile.

 

Mammacult vi permette di prenotare tante visite guidate a misura di bambino a Roma e in tante altre città italiane!

Comments

Lascia un commento